Double Classic

CAMPIONATI REGIONALI INDIVIDUALI - MONZA 25/02/2007 PDF Stampa E-mail

Il Campionato Brianzolo si ferma per la seconda volta quest’anno per lasciare spazio ai Campionati Regionali Individuali FIDAL, organizzati dalla Forti e Liberi Monza e svoltisi all’interno del Parco, con ritrovo presso la centralissima Cascina San Fedele.

Nonostante il blocco del traffico in tutta la Lombardia che ha sicuramente scoraggiato molti atleti provenienti da lontano a rinunciare alla gara, la manifestazione ha registrato un notevole successo: infatti l’appuntamento monzese ha rappresentato una tappa importantissima  per la stagione di molti atleti, in quanto oltre ad assegnare i titoli di campione regionale per tutte le categorie, era anche l’ultima prova del Trofeo Lombardia (categorie Ragazzi e Cadetti) e del Gran Premio Lombardia (categorie Allievi, Junior, Promesse/Senior).  

L’organizzazione è stata veloce e puntuale, evitando problemi burocratici e di accumulo di persone alle iscrizioni, come non sempre accade nelle gare con una partecipazione così massiccia. Questa abilità organizzativa non è purtroppo stata assecondata dal tempo atmosferico: la giornata grigia e piovigginosa non ha certo aiutato gli atleti nelle fasi di avvicinamento alla gara. Fortunatamente il percorso non è diventato particolarmente difficile: la pioggia ha infatti reso il prato scivoloso, ma non fangoso, permettendo uno svolgimento regolare anche nelle categorie in cui non è autorizzato l’uso delle scarpe chiodate. Dal punto di vista tecnico il giro era comunque abbastanza impegnativo, con terreno mosso, curve a 180° a spezzare il ritmo e salite brevi, ma molto ripide. 

La Polisportiva Besanese si presenta all’appuntamento con cinque atleti: Marina Fiorello (Ragazze ’95), Anna Caglio e Margherita Riva (Ragazze ’94), Emanuele Fiorello (Allievi) e il piccolo Tommaso Pirovano (Esordienti B), che partecipa alle gare di contorno. La prima a partire è Marina Fiorello che, dopo una partenza lenta, a poco a poco rimonta lungo i 1200 metri del percorso e riesce a giungere in 28^ posizione nonostante un leggero calo negli ultimi metri di gara.A seguire immediatamente la categoria Ragazze 1994, che vede al via Anna Caglio e Margherita Riva, entrambe alla sesta campestre di questa stagione. Anna è tra le favorite, essendo arrivata terza sia ai Campionati di Società di Merate, sia alla prova del Trofeo Lombardia di Villa d’Ogna, e avendo inoltre vinto le ultime due gare del Campionato Brianzolo. Parte infatti nel gruppo di testa e si trova presto in quarta posizione. A circa metà gara è chiaro che saranno le prime cinque atlete a giocarsi il podio, anche se a dir la verità la prima posizione è saldamente tenuta da Giada Mingiano dell’Atletica Riccardi Milano. L’atleta biancorossa prova a far la differenza nella parte più impegnativa, ma viene ostacolata al momento dell’aggancio al terzo posto, perdendo il treno e rimanendo a metà strada tra i due gruppetti. Riesce comunque a resistere e a portare a casa un’ottima quarta posizione, ancora una volta a conferma della grande stagione che sta portando a termine ad altissimi livelli. Margherita è autrice della consueta gara in progressione che la porta a un onorevole 38° posto. Magari con la stessa convinzione che mette nel Brianzolo guadagnerebbe qualche posizione, ma c’è moltissimo tempo per migliorarsi!Al termine delle categorie giovanili c’è l’intermezzo delle gare di contorno per gli Esordienti A-B-C. Tommaso Pirovano partecipa alla gara degli Esordienti B (1998-99) sulla lunghezza di circa 450 metri. Dopo la partenza decisa, Tommaso tiene duro concludendo 37° in una gara affollatissima dove era anche difficile superare.Ultimo atleta besanese al via è Emanuele Fiorello, nella categoria Allievi. Emanuele è in cerca di un riscatto dopo la sofferta prova di Boario della settimana precedente. Purtroppo si capisce fin dai primi metri che questa sarà un’altra giornata difficile: infatti l’atleta della Polisportiva, dopo una buona partenza comincia a perdere posizioni senza riuscire a reagire. Conclude in 34^ posizione, molto lontano dal livello degli allenamenti settimanali, ma comunque convinto che i risultati verranno se si continua su questa strada: le giornate storte capitano, l’importanti è non deprimersi e continuare a lavorare e a cercare il riscatto nelle gare successive. 

Tutte le classifiche sul sito http://www.fidal-lombardia.it/ris/360.1.htm